Home Patologie e disturbi visivi Patologie oculari e disturbi visivi dalla A alla Z

Infezioni oculari: tipologie, sintomi e cura

Occhio irritato a causa di un'infezione

Le infezioni agli occhi si verificano quando alcuni microrganismi nocivi come batteri, funghi e virus, invadono una qualsiasi parte del bulbo oculare o dei tessuti circostanti, compresa la superficie anteriore trasparente dell’occhio (cornea) e la sottile membrana che avvolge la parte esterna dell’occhio e le palpebre interne (congiuntiva).

Sintomi di infezioni oculari

I sintomi comuni delle infezioni oculari includono:

Se sospettate di avere un’infezione agli occhi, dovreste sempre consultare il vostro ottico per sottoporvi ad una visita. Provare a eseguire un’autodiagnosi della propria condizione potrebbe ritardare una cura efficace e causare una perdita della vista permanente.

Se utilizzate le lenti a contatto, è opportuno indossare esclusivamente gli occhiali da vista fino al momento della visita dell’ottico o del medico di base che farà la diagnosi e deciderà la cura.

Esistono diverse tipologie di infezioni agli occhi, e l’ottico o il medico di base dovrà determinarne la tipologia prima di prescrivere la cura adeguata.

Il medico potrebbe effettuare un tampone oculare ed effettuare una cultura per valutare il tipo esatto di infezione, se presente. Ciò può aiutare ad identificare la cura più efficace, come ad esempio un antibiotico che colpisca in modo selettivo il tipo di batterio che causa l’infezione.

Tipologie di infezioni oculari

Tra i vari esempi di infezioni oculari di natura virale, fungina e batterica troviamo:

La congiuntivite

La congiuntivite è un’infezione oculare comune e molto contagiosa, spesso diffusa tra i bambini all’asilo, a scuola e in ambienti simili. Anche le insegnanti e le maestre d’asilo sono esposte a un maggiore rischio di congiuntivite se lavorano in ambienti chiusi con bambini piccoli.

Tipologie comuni di congiuntivite infettiva hanno spesso un’origine virale o batterica. Anche i neonati possono essere colpiti da infezioni agli occhi di natura congiuntivale (congiuntivite gonococcica e da clamidia) durante il parto, se la madre soffre di una malattia a trasmissione sessuale.

Altre infezioni oculari virali (cheratite virale)

Oltre alle congiuntiviti comuni, esistono altre infezioni oculari di natura virale, tra cui l’herpes oculare che si manifesta quando il soggetto è esposto all’Herpes simplex virus.

Cheratite fungina

Questo tipo di infezione oculare è diventata famosa a livello mondiale nel 2006, quando una soluzione di disinfezione per lenti a contatto, ora ritirata dal mercato, è stata associata alla sua diffusione tra i portatori di lenti a contatto.

L’infezione agli occhi di natura fungina era associata ad un fungo detto Fusarium, solitamente presente nella materia organica. Questo e altri funghi possono invadere l’occhio anche in altri modi, ad esempio passando attraverso una lesione causata dal ramo di un albero.

Cheratite da Acanthamoeba

I portatori di lenti a contatto sono esposti a maggior rischio di entrare in contatto con parassiti che possono causare una grave infezione pericolosa per la vista, chiamata cheratite da Acanthamoeba. Ecco perché i portatori di lenti a contatto dovrebbero seguire alcune norme di sicurezza, come ad esempio evitare di nuotare quando si indossano le lenti.

Se indossate le lenti a contatto durante il nuoto o un bagno caldo, assicuratevi di toglierle e disinfettarle subito dopo.

Infatti, chi porta le lenti a contatto è generalmente esposto a maggior rischio di contrarre infezioni oculari di origine fungina e batterica ed è quindi necessario prendersi cura delle lenti in modo adeguato.

Tracoma

Una grave infezione degli occhi nota come tracoma, correlata alla Chlamydia trachomatis, è una delle cause principali di cecità in alcune parti del mondo. L’infezione è diffusa dalle mosche presenti in ambienti insalubri e la reinfezione è un problema comune.

Il tracoma di solito infetta l’interno della palpebra che si cicatrizza. Queste cicatrici causano a loro volta una "rotazione verso l’interno" della palpebra; le ciglia iniziano a sfregare e danneggiare il tessuto della cornea, portando a cecità permanente. Adeguate condizioni igieniche e disponibilità di cure come antibiotici orali sono fondamentali per tenere sotto controllo il tracoma.

Endoftalmite

Solitamente causata da batteri, l’endoftalmite è un’infezione grave della parte interna dell’occhio. La causa più comune dell’endoftalmite è una lesione oculare penetrante che può anche manifestarsi come rara complicanza di un intervento chirurgico oculare come l’intervento di cataratta.

Per evitare una grave perdita della vista o addirittura la cecità, l’endoftalmite va curata immediatamente con potenti antibiotici.

Complicanze delle infezioni oculari

L’infezione può colpire anche le parti interne delle palpebre superiori e inferiori e causare un orzaiolo o un calazio. Si dovrebbe evitare di grattare o far “scoppiare” un orzaiolo perché potrebbe causare un’infezione più profonda e più grave chiamata cellulite orbitaria.

La cellulite orbitaria è un’infezione dei tessuti che circondano il bulbo oculare. Si tratta di un’emergenza medica perché, se non trattata immediatamente, può causare cecità, meningite e persino la morte.

L’infezione può portare anche all’infiammazione e al blocco del sistema di drenaggio lacrimale dell’occhio e provocare una dacriocistite.

L’infezione può anche essere una causa sottostante di un’ulcera corneale, che ricorda un ascesso all’occhio. Se non curata, quest’ultima può portare a una grave perdita della vista.

Cure per le infezioni oculari

Per fortuna le più comuni infezioni oculari di natura batterica possono essere curate in modo efficace con colliri o pomate antibiotiche su prescrizione e con compresse per via orale.

Molte infezioni oculari virali comuni guariscono da sole. In caso di gravi infezioni virali agli occhi può essere prescritto un collirio antivirale. Alcune infezioni virali agli occhi richiedono l’attenta somministrazione di colliri a base steroidea per ridurre l’infiammazione correlata.

A seconda della causa alla base dell’infezione agli occhi, il medico potrebbe prescrivervi dei farmaci antibiotici o antivirali da assumere per via orale. Se i sintomi peggiorano o cambiano, contattate immediatamente il vostro ottico o il medico di base.

Come prevenire le infezioni oculari

Expandable

Per prevenire le infezioni oculari, lavate le mani prima di toccare occhi e palpebre e prima di maneggiare le lenti a contatto.

Se vi trovate vicino a una persona con un occhio rosso, non vi toccate gli occhi se prima non vi siete lavati le mani.

Per ridurre al minimo le probabilità di contrarre le comuni infezioni oculari virali o batteriche, evitate di grattarvi gli occhi, lavatevi spesso le mani nel corso della giornata (soprattutto prima di mettere e togliere le lenti a contatto), cambiate spesso asciugamani e biancheria da letto e utilizzate prodotti detergenti antibatterici per pulire superfici di lavoro e altre aree comuni.

Find Eye Doctor

Fissa un esame

Trova un Ottici