HomeCura degli occhiInvecchiamento oculare

Il vostro bambino: fasi dello sviluppo visivo

Nella vita uno dei momenti più importanti è quando vostro figlio, appena nato, apre gli occhi per la prima volta, stabilendo un contatto visivo con voi.

Non preoccupatevi se non accade subito: il sistema visivo di un neonato ha bisogno di tempo per svilupparsi.

Nella prima settimana di vita, i bambini non vedono molti dettagli. La loro prima visione del mondo è indistinta ed essi percepiscono soltanto tonalità di grigio.

Ci vogliono diversi mesi perché la visione del vostro bambino si sviluppi completamente. Conoscere le pietre miliari dello sviluppo visivo del bambino (e cosa potete fare per aiutarlo) può garantire che il vostro bambino veda correttamente e si goda appieno il suo mondo.

Lo sviluppo visivo inizia durante la gravidanza.

Lo sviluppo visivo del bambino inizia prima della nascita. Il modo in cui vi prendete cura del vostro corpo durante la gravidanza è estremamente importante per lo sviluppo del corpo e della mente del vostro bambino, compresi gli occhi e i centri visivi nel cervello.

Assicuratevi di seguire le istruzioni che vi dà il vostro medico per quanto riguarda la corretta alimentazione,compresi gli integratori, e la giusta quantità di riposo di cui avete bisogno durante la gravidanza.

Evitate di fumare e consumare alcol o droghe durante la gravidanza, poiché queste tossine possono causare problemi multipli per il vostro bambino, compresi gravi problemi alla vista.

Il fumo è particolarmente pericoloso durante la gravidanza, in quanto il fumo di sigaretta contiene circa 3.000 sostanze chimiche diverse che possono potenzialmente danneggiare gli esseri umani – tra cui il monossido di carbonio, una nota tossina per il feto.

Durante la gravidanza, anche l’assunzione di farmaci comuni, come l’aspirina, può essere pericolosa per il bambino, perché aumenta il rischio di un basso peso alla nascita e di avere problemi durante il parto. Il basso peso alla nascita è stato associato ad un aumento del rischio di avere problemi visivi nei neonati.

Parlate sempre con il vostro medico prima di assumere qualsiasi farmaco durante la gravidanza, compresi farmaci da banco, integratori a base di erbe e altri rimedi non soggetti a prescrizione medica.

Sviluppo visivo alla nascita

Subito dopo la nascita, il vostro medico esaminerà brevemente gli occhi del vostro bambino per escludere segni di cataratta congenita o altri gravi problemi oculari neonatali.

Nonostante siano rari, questi problemi oculari devono essere rilevati e curati presto per ridurre al mimino il loro impatto sullo sviluppo della visione del bambino.

Di solito si applica anche una pomata antibiotica sugli occhi del neonato per pervenire eventuali infezioni all’occhio dovute a batteri e altri microrganismi che possono essere presenti nel canale uterino. Prevenire infezioni oculari premature è fondamentale per garantire un normale sviluppo visivo.

PREOCCUPATI DELLA VISTA DEL VOSTRO BAMBINO? Trovate un ottico nelle vicinanze.

Alla nascita, il vostro bambino vede solo in bianco e nero e sfumature di grigio. Questo perché le cellule nervose della retina e del cervello che controllano la visione a colori non sono ancora completamente sviluppate.

Inoltre, gli occhi dei neonati non sono in grado di mettere a fuoco gli oggetti vicini (ossia di accomodare). Quindi, non preoccupatevi se il vostro bambino non sembra "focalizzarsi" sugli oggetti, compreso il vostro viso. Ci vuole tempo perché questa abilità visiva si sviluppi.

Nonostante queste limitazioni visive, gli studi dimostrano che entro pochi giorni dalla nascita, i bambini preferiscono guardare il volto della madre che il viso di uno sconosciuto.

I ricercatori ritengono che questa preferenza dipenda da grandi stimoli ad alto contrasto, come il profilo dell’attaccatura dei capelli della madre al viso (Negli studi, se il profilo dei capelli era coperto con una sciarpa o un asciugamano, la preferenza dello sguardo per il viso della madre spariva).

Quindi, per incoraggiare l’interazione visiva con il vostro bambino appena nato, mantenete la stessa acconciatura ed evitate di modificare il vostro aspetto durante le sue prime settimane di vita.

Una cosa che potreste notare nel vostro bambino appena nato, è quanto grandi possano apparire i suoi occhi. Questo perché il normale sviluppo del neonato procede dalla testa in giù. Alla nascita, gli occhi del bambino sono già al 65% di quella che sarà la loro dimensione da adulti!

Gli occhi del vostro bambino durante il primo mese

Nel primo mese di vita gli occhi del bambino non sono particolarmente sensibili alla luce. Di fatto, la quantità di luce che serve ad un bambino di un mese per essere consapevole della sua presenza (la cosiddetta soglia di rilevazione della luce) è di 50 volte superiore a quella di un adulto.

Quindi, va bene lasciare alcune luci accese nella nursery – questo non influirà sulla sua capacità di dormire e potrebbe anche aiutarvi a non inciampare contro i mobili quando andate a controllarlo durante la notte!

I neonati iniziano a sviluppare molto rapidamente la capacità di vedere a colori. Una settimana dopo la nascita sono in grado di vedere i colori rosso, arancione, giallo e verde, ma ci vuole un po’ più tempo perché il vostro bambino possa vedere il blu e il viola. Questo è perché la luce blu ha lunghezze d’onda più corte, e nella retina umana esistono meno recettori di colore per questo tipo di luce.

Non preoccupatevi troppo se gli occhi del vostro bambino a volte non sembrano essere coordinati. Un occhio può occasionalmente deviare verso l’interno o verso l’esterno rispetto al corretto allineamento. Ciò è normale, ma se vedete un grande e costante disallineamento degli occhi del vostro bambino, rivolgetevi subito ad un ottico.

Consigli: Per aiutare a stimolare la visione del vostro bambino, decorate la sua stanza con colori vivaci e allegri. Includete immagini artistiche e arredi con colori e forme a forte contrasto. Appendete anche un gioco a colori vivaci che si muova sopra o accanto alla culla e assicuratevi che abbia una varietà di forme e colori.

Lo sviluppo visivo del 2° e 3° mese

Molti progressi nello sviluppo visivo avvengono nei primi due o tre mesi. I neonati sviluppano un’acuità visiva più nitida durante questo periodo, e i loro occhi cominciano a muoversi meglio insieme. In questa fase, il bambino dovrebbe seguire gli oggetti in movimento e iniziare a raggiungere le cose che vede.

Una stanza allegra e vivace, con tanti colori e forme, aiuta a stimolare lo sviluppo della vista del bambino.

Inoltre, i bambini in questa fase dello sviluppo imparano a spostare lo sguardo da un oggetto all’altro senza dover muovere la testa. I loro occhi inoltre diventano sempre più sensibili alla luce: a 3 mesi, la soglia di rilevazione della luce di un neonato diminuisce. È consigliabile quindi ridurre un po’ di più le luci per i sonnellini e per andare a dormire la sera.

Consigli: Per aiutare a stimolare lo sviluppo visivo del vostro bambino di 2 o 3 mesi,

  • aggiungete nuovi oggetti nella sua stanza o cambiate spesso la posizione della culla così che possa vedere cose nuove.

  • Tenete accesa una luce notturna per fornire stimoli visivi quando il bambino è sveglio nella culla.

  • Mentre quando dormono si consiglia di tenere i bambini supini per ridurre il rischio di sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS), sdraiateli a pancia in sotto quando sono svegli e supervisionateli. Questa posizione offre loro importanti stimoli visivi e motori.

Lo sviluppo visivo dal 4° al 6° mese

Al sesto mese di vita, nel neonato si verificano progressi significativi nei centri visivi del cervello, che consentono al vostro bambino di vedere in modo più distinto e muovere gli occhi più velocemente e con maggiore precisione per seguire gli oggetti in movimento.

L’acuità visiva migliora da circa 0,5/10 (20/400) alla nascita a circa 8/10 (20/25) a 6 mesi di età. La visione a colori dovrebbe essere simile a quella di un adulto, consentendo al bambino di distinguere tutti i colori dell’arcobaleno.

Intorno ai 4-6 mesi di età, i bambini hanno anche una migliore coordinazione occhio-mano: riescono ad individuare e a raccogliere rapidamente gli oggetti e a portare con precisione una bottiglia (e molte altre cose) alla bocca.

I sei mesi di età rappresentano un importante momento perché è in questo periodo che il vostro bambino dovrebbe fare il suo primo esame oculistico.

Un ottico qualificato è in grado di visitare un bambino di sei mesi se necessario, ma di solito si consiglia di sottoporre i bambini a regolari esami della vista a partire dall’età scolare (3/4 anni).

Se c’è qualcosa che vi preoccupa, potete anche consultare il pediatra che saprà consigliarvi cosa fare.

Per un esame della vista più approfondito per i bambini di sei mesi, consultate un ottico specializzato nella visione dei bambini e nello sviluppo visivo.

Lo sviluppo visivo dal 7° al 12° mese

Il bambino ora si muove, si arrampica e percorre distanze che non avreste mai immaginato. È in grado di valutare maggiormente le distanze ed è più preciso nel cogliere e lanciare oggetti. (Fate attenzione!)

Questo è un periodo importante per lo sviluppo del vostro bambino. In questa fase, i bambini sviluppano una migliore consapevolezza del loro corpo e imparano a coordinare la loro visione con i movimenti del corpo.

È anche una fase che richiede da parte vostra una cura e un’attenzione maggiore per evitare che il bambino si faccia male. I bambini vanno spesso incontro a bernoccoli, lividi, lesioni oculari e altri incidenti potenzialmente gravi quando iniziano ad esplorare fisicamente il loro ambiente.

Ad esempio, tenete chiusi i mobiletti che contengono i prodotti per la pulizia e mettete delle barriere davanti alle scale.

Non preoccupatevi se gli occhi del vostro bambino cominciano a cambiare colore. La maggior parte dei bambini nascono con gli occhi blu perché i pigmenti più scuri nell’iride non sono completamente sviluppati alla nascita. Con il tempo, nell’iride si producono più pigmenti scuri, che spesso determinano un cambiamento del colore degli occhi del bambino, da blu a marrone, verde, grigio o a un mix di colori, come negli occhi nocciola.

Consigli: Per stimolare lo sviluppo del coordinamento occhio-mano-corpo del vostro bambino, mettetevi sul pavimento insieme a lui e incoraggiatelo a gattonare fino a raggiungere degli oggetti. Posizionate un giocattolo che gli piace sul pavimento lontano dalla sua portata e incoraggiatelo a prenderlo. Regalagli inoltre oggetti e giocattoli che si possono smontare e rimontare.

Problemi con l'allineamento degli occhi

Assicuratevi di prestare molta attenzione a come gli occhi del vostro bambino lavorano in modo coordinato. Strabismo è il termine per indicare un disallineamento degli occhi, ed è importante che venga individuato e trattato precocemente in modo che la visione in entrambi gli occhi si sviluppi correttamente.

Se non trattato, lo strabismo può portare all'ambliopia o "occhio pigro".

Anche se ci vogliono alcuni mesi perché gli occhi di un neonato sviluppino la capacità di coordinazione oculare, se notate che uno degli occhi del vostro bambino è costantemente disallineato o non si muove in sincronia con l’altro, contattate il vostro ottico il più presto possibile.

Problemi visivi dei bambini prematuri

La durata media di una gravidanza normale è di circa 40 settimane (280 giorni). Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i bambini nati prima delle 37 settimane di gestazione sono considerati prematuri.

I bambini prematuri sono a maggior rischio di problemi agli occhi rispetto ai bambini nati a termine.

I problemi alla vista più comuni nei bambini prematuri includono:

Retinopatia del prematuro (ROP)

Si tratta della sostituzione anomala del tessuto normale della retina con un tessuto fibroso e con vasi sanguigni. La ROP può causare cicatrici della retina, scarsa visione e distacco della retina. In casi gravi, la retinopatia del prematuro può causare cecità.

Tutti i bambini prematuri sono a rischio di ROP. Un peso molto basso alla nascita è un ulteriore fattore di rischio, soprattutto se è necessario mettere il neonato in un ambiente ad alto contenuto di ossigeno subito dopo la nascita.

Se il vostro bambino è nato prematuro, chiedete alla vostra ostetrica di indirizzarvi ad un oftalmologo pediatrico in modo che possa eseguire un esame oculare interno per escludere il ROP.

Nistagmo

Il nistagmo è un movimento involontario in avanti e indietro di entrambi gli occhi.

Nella maggior parte dei casi il nistagmo fa sì che gli occhi vadano lentamente in una direzione e poi "saltino" indietro nella direzione opposta. I movimenti oculari sono di solito orizzontali, ma possono anche seguire una traiettoria diagonale o circolare.

Il nistagmo può essere presente alla nascita o può svilupparsi nelle settimane o nei mesi successivi. Tra i fattori di rischio di questa patologia ci sono lo sviluppo incompleto del nervo ottico, l’albinismo e le cataratte congenite. L’entità dei movimenti oculari determina di solito quanto la visione del bambino e dello sviluppo visivo del bambino ne saranno influenzati.

Se il vostro bambino mostra segni di nistagmo, rivolgetevi subito ad un ottico.

Infine, ricordate che fumare in gravidanza aumenta in modo significativo il rischio di parti prematuri.

Find Eye Doctor

Prenota un controllo visivo

Trova un Ottico