Home Occhiali da sole Tipi di occhiali da sole

I migliori occhiali da sole per proteggere dai raggi ultravioletti (UV)

Donna che indossa occhiali da sole con protezione spf

Probabilmente sapete già che un’esposizione eccessiva ai raggi ultravioletti (UV) del sole può causare ustioni solari e tumori alla pelle. Ma sapevate che i raggi UV possono danneggiare anche gli occhi?

L’esposizione prolungata ai raggi UV del sole è stata associata a importanti problemi agli occhi, tra cui la cataratta, la degenerazione maculare, la pinguecola, lo pterigio e la fotocheratite.

Proteggere gli occhi dai raggi UV

Per proteggere la vista dalle radiazioni dannose del sole, dovreste indossare occhiali da sole che blocchino il 100% dei raggi UV ogni volta che siete all’aperto e alla luce del sole. Gli occhi hanno bisogno di protezione anche nelle giornate nuvolose, perché i raggi UV nocivi possono passare attraverso la coltre di nuvole.

Gli occhiali da sole con montatura aderente e avvolgente offrono la protezione migliore, poiché limitano la quantità di luce solare che raggiunge gli occhi da tutti i lati.

Cosa significa UV?

Molte persone si riferiscono alla radiazione ultravioletta con l’espressione di luce UV, tuttavia, questo termine non è tecnicamente corretto, dal momento che i raggi UV non sono visibili. La radiazione ultravioletta è invisibile.

Esistono tre categorie di radiazioni UV:

UVC

Sono i raggi UV a più alta energia e potenzialmente possono essere i più dannosi per gli occhi e la pelle. Fortunatamente, lo strato di ozono dell’atmosfera blocca quasi tutti i raggi UVC.

Tuttavia, ciò significa anche che l’esaurimento dello strato di ozono potrebbe potenzialmente consentire ai raggi UVC ad alta energia di raggiungere la superficie terrestre e causare gravi problemi di salute legati ai raggi UV.

I raggi UVC hanno lunghezze d’onda comprese tra i 100 e i 280 nanometri (nm).

UVB

I raggi UVB hanno lunghezze d’onda leggermente più lunghe (280-315 nm) e un’energia inferiore rispetto ai raggi UVC. Questi raggi vengono parzialmente filtrati dallo strato di ozono, ma alcuni raggiungono la superficie terrestre.

A basse dosi, le radiazioni UVB stimolano la produzione di melanina (un pigmento della pelle), causando lo scurimento della pelle che genera l’abbronzatura.

Ma a più alte dosi, i raggi UVB causano ustioni solari che aumentano il rischio di tumori alla pelle. I raggi UVB causano anche alterazioni nel colore della pelle, rughe e altri segni di invecchiamento precoce della pelle.

La sovraesposizione alle radiazioni UVB del sole è anche associata ad una serie di problemi agli occhi, tra cui la pinguecola, lo pterigio e la fotocheratite (la cosiddetta "cecità da neve").

Poiché la cornea sembra assorbire il 100% dei raggi UVB, è improbabile che questo tipo di radiazione UV causi cataratta e degenerazione maculare, legate invece all’esposizione ai raggi UVA (vedere sotto).

UVA

I raggi UVA sono più vicini alla luce visibile e hanno un’energia inferiore rispetto ai raggi UVB e UVC. I raggi UVA, però, possono attraversare la cornea e raggiungere il cristallino e la retina dell’occhio.

La sovraesposizione alle radiazioni UVA è stata correlata allo sviluppo di alcuni tipi di cataratta, e la ricerca suggerisce che i raggi UVA possano contribuire allo sviluppo della degenerazione maculare.

Fattori di rischio UV

Chiunque passi del tempo all’aperto rischia problemi agli occhi causati dalle radiazioni UV. L’effettiva quantità di radiazioni UV che si riceve all’aperto dipende da una serie di fattori, tra cui:

La posizione geografica

L’esposizione ai raggi UV è maggiore nelle aree tropicali vicine all’equatore. Più si è lontani dall’equatore, minore sarà il rischio.

L’altitudine

L’esposizione ai raggi UV è maggiore ad altitudini più elevate.

Il momento della giornata

L’esposizione ai raggi UV è maggiore quando il sole è più in alto, generalmente dalle 10.00 alle 14.00.

Il contesto

L’esposizione ai raggi UV è generalmente maggiore in ampi spazi aperti, soprattutto quando sono presenti superfici altamente riflettenti, come la neve e la sabbia. L’esposizione ai raggi UV, infatti, può quasi raddoppiare quando i raggi UV vengono riflessi dalla neve. L’esposizione ai raggi UV è meno probabile in contesti urbani in cui edifici alti fanno ombra sulle strade.

I farmaci

Alcuni farmaci, come la tetraciclina, i sulfamidici, le pillole anticoncezionali, i diuretici e i tranquillanti possono aumentare la sensibilità del corpo alle radiazioni UV.

Anche i bambini devono proteggersi dai raggi UV

Il rischio di danni agli occhi e alla pelle dovuto alle radiazioni solari UV è cumulativo, ossia il pericolo aumenta in modo direttamente proporzionale alla quantità di tempo trascorso al sole nel corso della vita.

Pertanto, è particolarmente importante proteggere gli occhi dei bambini dalla luce dal sole. I bambini di solito passano molto più tempo all’aperto rispetto agli adulti.

Secondo alcuni esperti, poiché i bambini tendono a trascorrere molto più tempo all’aperto rispetto alla maggior parte degli adulti, fino alla metà delle radiazioni a cui una persona si espone nella vita avviene prima dei 18 anni.

I bambini, inoltre, sono più sensibili ai danni oculari dovuti ai raggi UV, poiché il loro cristallino è più trasparente di quello di un adulto e pertanto una quantità maggiore di raggi UV può penetrare in profondità nell’occhio.

Assicuratevi di proteggere gli occhi dei vostri bambini con degli occhiali da sole di buona qualità o con lenti fotocromatiche quando si trovano all’aperto. Inoltre, convincete i bambini ad indossare un cappello nelle giornate di sole per ridurre ulteriormente l’esposizione a raggi UV.

Occhiali da sole che proteggono gli occhi dai raggi UV

Per proteggere al meglio gli occhi dai raggi nocivi del sole, indossate sempre occhiali da sole di buona qualità quando siete all’aperto.

Cercate occhiali da sole che bloccano il 100% dei raggi UV. Il vostro ottico può aiutarvi a scegliere le lenti per occhiali da sole più adatte alle vostre esigenze.

Per proteggere il più possibile la pelle delicata del contorno occhi, provate un paio di occhiali da sole con lenti grandi o un modello curvato e avvolgente.

In base a come passate il tempo all’aperto, potreste optare per occhiali da sole ad alte prestazioni oppure occhiali da sole sportivi.

Il livello di protezione UV offerto dagli occhiali da sole non dipende dalla tonalità e da quanto sono scure delle lenti.

Ad esempio, una lente color ambra chiaro può fornire la stessa protezione UV di una lente grigio scuro. Il vostro ottico può confermare se le lenti che state scegliendo offrano una protezione UV al 100%.

Oltre agli occhiali da sole, indossare un cappello a tesa larga nelle giornate di sole può ridurre fino al 50% l’esposizione degli occhi ai raggi UV.

Ulteriori consigli su occhiali da sole ed esposizione ai raggi UV

Esistono molti falsi miti riguardo alla protezione degli occhi dal sole. Ricordate:

non tutti gli occhiali da sole bloccano il 100% dei raggi UV

Se non siete sicuri del livello di protezione UV dei vostri occhiali da sole, chiedete consiglio al vostro ottico. Molti ottico dispongono di strumenti che misurano il livello di radiazioni UV che le vostre lenti riescono a bloccare.

Ricordate di indossare gli occhiali da sole anche all’ombra

Anche se l’ombra riduce in qualche misura l’esposizione ai raggi UV e HEV, gli occhi saranno comunque esposti ai raggi UV riflessi da edifici, strade e altre superfici.

Gli occhiali da sole sono necessari tutto l’anno

Gli occhiali da sole sono importanti anche in inverno, perché la neve fresca può riflettere l’80% dei raggi UV, quasi raddoppiando l’esposizione complessiva alle radiazioni solari UV. Se sciate o fate snowboard, è essenziale scegliere le lenti giuste per un’adeguata protezione UV sulle piste.

Anche se le lenti a contatto bloccano i raggi UV, avete comunque bisogno degli occhiali da sole.

Le lenti a contatto che bloccano i raggi UV proteggono solamente la parte dell’occhio che si trova sotto la lente. I raggi UV possono ugualmente danneggiare le palpebre e gli altri tessuti non protetti dalle lenti. Indossare gli occhiali da sole protegge questi tessuti delicati e la pelle del contorno occhi dai danni dei raggi UV.

Anche chi ha la pelle e gli occhi scuri deve indossare gli occhiali da sole.

Sebbene la carnagione scura riduca la predisposizione ai tumori alla pelle dovuti alle radiazioni UV, il rischio di danni agli occhi dovuti ai raggi UV è lo stesso di chi presenta una pelle chiara.

A tutti piace trascorrere la giornata al sole, ma è opportuno fare attenzione e assicurarsi di avere i giusti occhiali da sole per proteggere gli occhi dall’effetto nocivo dei raggi UV.

Find Eye Doctor

Fissa un esame

Trova un Ottici