Home Patologie e disturbi visivi Patologie oculari e disturbi visivi dalla A alla Z

Tremore palpebrale: 8 cause, trattamenti, prevenzione


  1. Chi siamo
  2. Cause
  3. Cosa fare

Che cos’è il tremore palpebrale?

Il tremore palpebrale, ovvero uno spasmo della palpebra, è un fenomeno comune e innocuo.

La maggior parte dei tic all’occhio dura solo pochi minuti, ma a volte può persistere per giorni o anche più a lungo. Se il vostro tic all’occhio non scompare relativamente presto, rivolgetevi al vostro ottico.

Il termine medico per indicare il tic all’occhio è miochimia.

Se avete un tremore palpebrale che non passa, questo potrebbe celare una grave patologia neurologica che colpisce la palpebra, come un blefarospasmo o uno spasmo emifacciale. Queste patologie relativamente rare sono più evidenti e gravi dei comuni tic all’occhio e dovrebbero essere valutate immediatamente da un ottico.

Che cosa causa il tremore palpebrale?

Tra i fattori scatenanti vi sono:

  • Stress

  • Stanchezza

  • Affaticamento degli occhi

  • Caffeina

  • Alcol

  • Secchezza oculare

  • Problemi di nutrizione

  • Allergie

Se vi capita spesso di avvertire un tremore alla palpebra, controllate in questo elenco quali dei potenziali fattori scatenanti potrebbe applicarsi al vostro caso. A volte, apportare piccole modifiche alla dieta e allo stile di vita può ridurre notevolmente il rischio di un tremore palpebrale o consentire di risolverlo completamente.

Cause del tremore palpebrale

1. Lo stress

è probabilmente la causa più comune del tremore palpebrale. Praticare yoga, esercizi di respirazione, trascorrere del tempo con gli amici o con gli animali domestici e prendere delle pause dalla routine quotidiana, sono alcuni dei consigli utili per ridurre lo stress che può aver causato lo spasmo della palpebra.

2. Stanchezza

La mancanza di sonno, causata dallo stress o da altri motivi, potrebbe provocare un tremore palpebrale. Recuperare le ore di sonno e avere dei ritmi di sonno più regolari può aiutare a prevenirlo.

3. Affaticamento oculare

L’affaticamento oculare, in particolare l’affaticamento visivo digitale dovuto ad un uso eccessivo di computer, tablet e smartphone, rappresenta anch’esso una causa comune di tremore palpebrale.

Seguite la "regola 20-20-20" quando utilizzate i dispositivi digitali: ogni 20 minuti, allontanate lo sguardo dallo schermo e lasciate che gli occhi si concentrino su un oggetto lontano (distante almeno 20 metri) per 20 secondi o più. Questo riduce la stanchezza che può causare il tic all’occhio.

Inoltre, chiedete al vostro professionisti della visione degli occhiali da computer per alleviare l’affaticamento visivo digitale.

4. Caffeina

Un eccesso di caffeina può provocare un tremore palpebrale. Provate a ridurre il consumo di caffè, tè e bevande gassate (o passate alle versioni decaffeinate) per una settimana o due, per vedere se il tremore palpebrale scompare.

5. Alcol

In caso in cui il tremore palpebrale si verifichi dopo aver bevuto birra, vino o alcolici, provate ad evitarne il consumo per un certo periodo, poiché l’alcol può causare il tremore della palpebra.

6. Secchezza oculare

Molti adulti soffrono di secchezza oculare, soprattutto dopo i 50 anni. La secchezza oculare è molto comune anche tra le persone che usano il computer, assumono determinati farmaci (in particolare antistaminici e alcuni antidepressivi), indossano lenti a contatto e consumano caffeina e/o alcol.

Se avvertite un tremore palpebrale accompagnato dalla sensazione di sabbia negli occhi o di secchezza oculare, rivolgetevi al vostro professionisti della visione per una valutazione. Reidratare la superficie oculare può arrestare il tremore palpebrale e ridurne il rischio di ricomparsa in futuro.

7. Alimentazione carente

Alcuni studi suggeriscono che la mancanza di alcuni elementi nutritivi, come il magnesio, può provocare uno spasmo della palpebra. Sebbene questi studi non abbiano raggiunto conclusioni univoche, questa potrebbe essere un’altra possibile causa di tremore palpebrale.

Se siete preoccupati che la vostra alimentazione potrebbe non apportare tutte le sostanze nutritive necessarie per il benessere dei vostri occhi, discutetene con l’ottico prima di acquistare degli integratori alimentari da banco.

8. Allergie

I soggetti con allergie oculari possono manifestare prurito, gonfiore e lacrimazione. Lo sfregamento degli occhi dovuto ai sintomi dell’allergia rilascia istamina nei tessuti palpebrali e nel film lacrimale, e ciò può causare un tremore palpebrale.

A volte può essere utile un collirio da banco formulato per ridurre i sintomi dell’allergia. Tuttavia, gli antistaminici contenuti in questi colliri potrebbero causare secchezza oculare. È preferibile rivolgersi all’ottico per assicurarsi di prendere le decisioni migliori per i propri occhi in presenza di sintomi allergici e di tremore palpebrale.

Un ulteriore modo per fermare il tremore palpebrale: botox

In rari casi, nonostante l’utilizzo dei rimedi di cui sopra, alcuni tremori palpebrali non scompaiono.

I tic persistenti della palpebra possono essere trattati con iniezioni di botox (botulino) per fermare le contrazioni muscolari involontarie della palpebra che causano il tremore.

Quando consultare l’ottico

Rivolgetevi immediatamente all’ottico in caso di tremore palpebrale persistente, improvvisi cambiamenti nell’aspetto o nei movimenti di una metà del viso (comprese le palpebre), o se entrambe le palpebre si chiudono al punto da non poter aprire gli occhi. Questi possono essere segnali di una grave patologia.

Find Eye Doctor

Fissa un esame

Trova un Ottici