HomeCura degli occhiRisorse per la vista

Colliri per occhi: come scegliere il collirio più adatto?

Esiste un collirio o una pomata per alleviare i sintomi di quasi tutti i problemi agli occhi, che si tratti di secchezza oculare, congiuntivite, occhi arrossati o prurito.

Capire quale sia il miglior tipo di collirio o pomata dipende dai sintomi e dalla patologia oculare in questione:

  • Secchezza

  • Rossore

  • Infezione (congiuntivite)

  • Allergie

  • Prurito

  • Dolore

  • Gonfiore

  • Pus (secrezioni oculari)

Ovviamente, se presentate uno di questi sintomi o condizioni, è sempre opportuno che vi rivolgiate al vostro professionisti della visione per individuare la causa e la gravità del problema, nonché la cura migliore.

Collirio senza prescrizione vs. collirio su prescrizione

I colliri e le pomate possono essere suddivisi in due categorie: con e senza obbligo di prescrizione medica (ricetta).

Il collirio senza prescrizione è chiamato anche collirio da banco. Il collirio senza prescrizione medica è adatto in molti casi e in genere è meno costoso del collirio su prescrizione.

Prima di utilizzare un collirio senza prescrizione medica, però, consultate un ottico per individuare il tipo di collirio più adatto alle vostre esigenze. Non si scherza con gli occhi!

Collirio per la secchezza oculare

I colliri lubrificanti,conosciuti anche come “lacrime artificiali”, possono fornire agli occhi sollievo a breve termine quando la causa dei sintomi è correlata a circostanze temporanee, quali affaticamento oculare digitale, esposizione al vento e al sole e stanchezza.

La maggior parte dei colliri lubrificanti da banco contiene una serie di sostanze che sono simili a quelli che si trovano normalmente nelle lacrime naturali dell’occhio, per questo sono in grado d’integrarle e rendere gli occhi più umidi e confortevoli.

È preferibile evitare il collirio decongestionante per la secchezza oculare. Un collirio decongestionante si riconosce poiché generalmente viene pubblicizzato come un rimedio per gli occhi arrossati.

I decongestionanti fanno sembrare gli occhi meno rossi, ma a lungo termine possono anche peggiorare i sintomi della secchezza oculare.

Se i problemi di secchezza oculare sono più gravi, potrebbe essere necessario utilizzare un gel lubrificante o una pomata. Poiché i gel e gli unguenti per la secchezza oculare possono causare una visione offuscata dopo l’applicazione, spesso vengono utilizzati prima di andare a dormire.

Se i colliri o gli unguenti da banco non recano sollievo, quelli su prescrizione e altri trattamenti per la secchezza oculare come gli occlusori dei punti lacrimali (o plug lacrimali) sono prescrivibili dal vostro ottico.

Colliri per l’arrossamento

I colliri decongestionant io colliri sbiancanti contengono dei vasocostrittori che eliminano l’arrossamento restringendo i capillari della parte bianca degli occhi (sclera), rendendo il problema meno visibile.

Se da una parte il collirio decongestionante per gli occhi è efficace per eliminare il rossore, non andrebbe sottovalutato il fatto che, eliminando il sintomo, si trascuri un problema di fondo potenzialmente grave. È sempre meglio consultare prima l’ottico per identificare la causa dell’arrossamento degli occhi.

I colliri decongestionanti possono causare secchezza e irritazione, dilatazione delle pupille e altri effetti negativi se utilizzati troppo spesso.

Inoltre, gli occhi possono sviluppare una resistenza all’effetto sbiancante di queste gocce, e persino un arrossamento ancora più intenso quando l’effetto del collirio svanisce (chiamato iperemia di rimbalzo), che vi costringe a usarlo sempre di più.

Se gli occhi sono arrossati per stanchezza, secchezza, mancanza di sonno o irritazione generale, il collirio lubrificante da banco può rappresentare un buon rimedio. Se gli occhi sono arrossati a causa di allergie, i colliri lubrificanti possono offrire un grande aiuto per “risciacquare” via dagli occhi l’elemento a cui si è allergici, per esempio il polline.

Colliri per allergie e prurito agli occhi

I colliri antistaminici sono formulati specificamente per trattare il prurito dovuto alle allergie. I colliri antistaminici agiscono riducendo l’istamina nei tessuti oculari.

Le allergie possono causare sintomi simili a quelli dell’occhio secco, come prurito, arrossamento, lacrimazione e occhi gonfi e lividi, per cui anche i colliri antistaminici da banco potrebbero essere utili.

Anche alcuni colliri decongestionanti per gli occhi rossi contengono degli antistaminici. Essi sono indicati per il trattamento del prurito dovuto ad allergia, ma i colliri decongestionanti in genere non sono raccomandati per l’uso a lungo termine (vedete sopra colliri per il rossore).

Se il prurito è forte e non migliora con i trattamenti da banco, è opportuno rivolgersi all’ottico per ottenere un collirio su prescrizione e/o farmaci per via orale.

Colliri per dolore e gonfiore agli occhi o per le secrezioni

Prima di valutare se usare colliri per un dolore oculare, è essenziale individuare la causa di fondo.

Di solito gli occhi si irritano perché sono secchi, tesi, stanchi o semplicemente affaticati perché vengono usati in modo eccessivo. Tuttavia, se percepite un dolore agli occhi, rivolgetevi immediatamente a un ottico per escludere una grave infezione.

Un collirio lubrificante può alleviare l’irritazione causata da stress visivi come il pianto, le secrezioni oculari legate alle allergie e il gonfiore da infiammazioni e allergie.

Tuttavia, le "secrezioni" dense, spesse e giallastre causate da un’infezione all’occhio possono richiedere colliri antibiotici su prescrizione.

Colliri per la congiuntivite e altre infezioni

La congiuntivite è uno dei tipi più comuni di infezione oculare.

A seconda del tipo di congiuntivite possono essere necessari colliri specifici, per cui è importante recarsi dal proprio ottico e individuare il trattamento corretto:

  • La congiuntivite batterica di solito rende gli occhi molto rossi e doloranti, con secrezioni dense, gialle e appiccicose. Le infezioni batteriche degli occhi devono essere trattate con colliri prescritti dall’ottico.

  • La congiuntivite virale è contagiosa. Alcune tipologie di congiuntivite virale spariscono da sole, ma quelle gravi causano occhi arrossati, lacrimazione e dolore e una secrezione chiara o biancastra. Potrebbero anche essere accompagnate da visione offuscata.

    In caso di congiuntivite virale, i colliri lubrificanti da banco possono dare sollievo agli occhi, così come gli impacchi freddi o con del ghiaccio. In ogni caso, se i sintomi peggiorano, rivolgetevi al vostro ottico per un ulteriore trattamento.

  • La congiuntivite allergica è la causa più comune dell’arrossamento oculare e di solito causa prurito, palpebre gonfie, lacrimazione e occhi iniettati di sangue. L’occhio allergico affetto da congiuntivite non è contagioso.

    I colliri lubrificanti e antistaminici da banco possono dare sollievo nella maggior parte dei casi. Possono essere d’aiuto anche gli antistaminici orali da banco.

    Se i sintomi sono gravi, l’ottico potrebbe prescrivere colliri più forti o farmaci da assumere per via orale.

Se utilizzate un collirio per alleviare i sintomi di un’infezione oculare, non toccate mai l’occhio con l’estremità del flaconcino. Potreste contaminare il flaconcino e permettere la diffusione dell’infezione.

Colliri e lenti a contatto

I colliri umettanti sono formulati specificamente lenti a contatto e possono dare sollievo in caso di secchezza oculare e fastidio associato all’uso di lenti a contatto.

Se scegliete di utilizzare un comune collirio lubrificante da banco indossando le lenti a contatto, verificate con il vostro professionisti della visione che il tipo di lente a contatto sia compatibile con il collirio scelto.

A differenza dei colliri umettanti, molti colliri da banco o da prescrizione non possono essere utilizzati mentre si indossano le lenti a contatto, perciò potrebbe essere necessario rimuoverle prima di utilizzarli.

Find Eye Doctor

Prenota un controllo visivo

Trova un Ottico