HomePatologie oculariPatologie oculari dalla A alla Z

La sindrome di Sjögren: cause, sintomi e cura

Donna che beve acqua / Donna che applica il collirio

La sindrome di Sjögren è una malattia autoimmune che attacca e distrugge le ghiandole responsabili di mantenere idratati e lubrificati gli occhi, la bocca e altre parti del corpo.

Per questa ragione, la secchezza oculare è un sintomo comune della sindrome di Sjögren.

La prevalenza della sindrome di Sjögren nella popolazione globale non è nota; ricercatori tedeschi hanno stimato che si sviluppa nello 0,2 percento della popolazione adulta. Lo stesso studio ha scoperto che le donne sono colpite da questa patologia 20 volte più degli uomini.

Secondo la Sjögren’s Syndrome Foundation, poiché i sintomi della sindrome di Sjögren assomigliano a quelli di altre malattie, questa patologia spesso viene trascurata o erroneamente diagnosticata. Questa organizzazione sostiene che in media, ci vogliono 2,8 anni per arrivare a una diagnosi precisa di sindrome di Sjögren.

Cause della sindrome di Sjögren

La sindrome di Sjögren è una delle più comuni malattie autoimmuni. In questo tipo di malattia, i globuli bianchi del sangue di una persona attaccano i tessuti e gli organi danneggiandoli.

Non è ancora chiaro il motivo per cui risposte immunitarie anomale si sviluppino e distruggano i tessuti dell’organismo. Generalmente, il nostro sistema immunitario riconosce le parti del nostro corpo come "familiari," e si attiva solo per combattere e distruggere sostanze "estranee" oppure organismi pericolosi, come i virus.

Le risposte immunitarie anomale possono essere ereditarie e possono essere relative a precedenti infezioni virali o batteriche.

La sindrome di Sjögren può svilupparsi da sola (sindrome di Sjögren primaria) o può presentarsi insieme ad altre malattie autoimmuni, come artrite reumatoide, lupus, celiachia o scleroderma (sindrome di Sjögren secondaria).

Come si fa a sapere se si ha la sindrome di Sjögren

I sintomi classici della sindrome di Sjögren sono secchezza oculare, bocca secca, affaticamento e dolore articolare.

Altri sintomi comprendono:

  • Fastidio nell’utilizzare le lenti a contatto

  • Seni paranasali secchi e frequenti sinusiti o sangue dal naso

  • Bocca, lingua e gola dolenti

  • Difficoltà a masticare e sbadigliare

  • Labbra secche e screpolate

  • Blefarite

  • Pelle secca e irritata

  • Dolore muscolare senza rigonfiamento

  • Secchezza vaginale

Altri sintomi della sindrome di Sjögren includono visione sfocata, sensazione di avere sabbia negli occhi o bruciore e ipersensibilità alla luce.

Il vostro oculista potrebbe effettuare una serie di test per confermare una diagnosi di sindrome di Sjögren.

In un test comune (chiamato test di Schirmer), la punta di una piccola striscia di carta viene inserita sotto la palpebra inferiore per misurare la quantità di lacrime prodotte in un certo periodo di tempo (di solito 5 minuti).

Altri test possono includere l’uso di coloranti che colorano le lacrime; il vostro medico poi esaminerà i vostri occhi al microscopio per vedere quanto velocemente evaporano le lacrime e se ci sia un danno legato alla secchezza sulla cornea o la congiuntiva.

Possono anche essere misurate la quantità e la qualità della saliva prodotta nella bocca. Il vostro medico potrebbe ordinare test correlati, tra cui degli esami del sangue. (alcuni anticorpi sono comunemente presenti nel sangue di persone affette da sindrome di Sjögren).

Un esame diagnostico chiamato Sjö (Bausch + Lomb) è un test ancora più sensibile e specifico per la diagnosi della sindrome di Sjögren. Oltre al controllo degli anticorpi tradizionali che comunemente sono presenti nel flusso sanguigno dei pazienti affetti da questa malattia, secondo Bausch + Lomb il test Sjö controlla altri tre biomarcatori che sono specifici della sindrome di Sjögren, per una diagnosi ancora più accurata.

Come trattare la secchezza oculare derivante dalla sindrome di Sjögren

La secchezza oculare causata dalla sindrome di Sjögren può richiedere una trattamento continuo con lacrime artificiali, pomate e altri rimedi.

Potreste aver bisogno di gocce lubrificanti o di pomate per trattare la secchezza oculare causata dalla sindrome di Sjögren.

Poiché molte persone affette da sindrome di Sjögren hanno problemi a causa della rapida evaporazione delle lacrime, delle gocce oculari a base oleica o lipidica a volte risultano particolarmente efficaci. Queste gocce aiutano a ridurre l’evaporazione delle lacrime, così gli occhi possono restare umidi più a lungo tra un battito di palpebre e l’altro.

Il vostro oculista controllerà anche un problema chiamato disfunzione della ghiandola di Meibomio (meibomian gland dysfunction, MGD) che rappresenta la causa principale della secchezza dovuta all’evaporazione.

In questo disturbo le ghiandole delle palpebre che secernono olio (meibum) nel film lacrimale si infiammano e si ostruiscono. Si può avere anche una riduzione della quantità e della qualità del meibum. Questo olio è essenziale per evitare che le lacrime evaporino troppo velocemente. Un efficace trattamento dell’MGD può aiutare a ridurre il fastidio della secchezza oculare legata alla sindrome di Sjögren.

Per il dolore e l’infiammazione, potrebbe essere necessario assumere farmaci antinfiammatori non steroidei (nonsteroidal anti-inflammatory drug, NSAID) come l’aspirina o l’ibuprofene. Se soffrite di un caso grave di sindrome di Sjögren, il vostro medico potrebbe anche consigliarvi farmaci immunosoppressori.

Effetti collaterali della sindrome di Sjögren

Poiché la secchezza oculare cronica è uno dei principali sintomi della sindrome di Sjögren, dovete assicurarvi che i vostri occhi siano lubrificati per evitare dei danni che possono causare loro cicatrici e infezioni.

La sindrome di Sjögren distrugge le ghiandole responsabili della lubrificazione degli occhi e di altre parti del corpo.

La sindrome di Sjögren può anche causare secchezza della bocca, che può portare al deterioramento e perfino alla caduta dei denti. L’uso di lubrificanti per la bocca (saliva artificiale) può essere utile per mantenere la bocca opportunamente umida e per favorire la deglutizione.

Inoltre, le persone affette da sindrome di Sjögren sono soggette a sviluppare il linfoma (o cancro del sistema linfatico, il quale ospita i globuli bianchi che hanno un ruolo fondamentale nel combattere la malattia). I linfonodi possono ingrandirsi e gonfiarsi.

La sindrome di Sjögren può anche portare alla vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni) che può causare problemi a tutto l’organismo.

Le donne in stato di gravidanza con diagnosi di sindrome di Sjögren dovrebbero informarne i loro medici. Alcune proteine prodotte dal sistema immunitario, che sono in grado di attaccare altre proteine potenzialmente benefiche all’interno dell’organismo, possono essere trasmesse al nascituro.

Come prevenire la secchezza oculare e altri sintomi della sindrome di Sjögren

Non si sa come prevenire la sindrome di Sjögren, ma questi suggerimenti possono aiutare a ridurne i sintomi:

  • Bere più liquidi, specialmente acqua.

  • Masticare delle gomme senza zucchero e utilizzare caramelle dure per tenere umida la bocca.

  • Usare regolarmente delle lacrime artificiali o pomate per mantenere gli occhi idratati. (il vostro medico potrà consigliarvi le marche migliori per le vostre esigenze).

  • Utilizzare uno spray a base di soluzione salina per il naso.

  • Installare un umidificatore per aiutare a ridurre la secchezza di occhi, naso, bocca e pelle.

  • Informare il medico dei farmaci che state assumendo, perché alcuni di essi, come gli antistaminici per le allergie, possono causare secchezza.

  • Usare lubrificanti vaginali, se necessario.

  • Non fumare ed evitare di assumere alcolici.

Risorse per le persone con sindrome di Sjögren

Se avete la sindrome di Sjögren o conoscete qualcuno che ne è affetto, maggiori informazioni, incluso l’accesso a gruppi di supporto e seminari di pazienti, sono disponibili presso la Sjögren’s Syndrome Foundation.

Find Eye Doctor

Prenota un controllo visivo

Trova un Ottico