Home Patologie e disturbi visivi Patologie oculari e disturbi visivi dalla A alla Z

Emicrania oftalmica: cause e cure

Un’emicrania oftalmica è una rara condizione caratterizzata da un temporaneo calo della visione o persino da una temporanea cecità in un occhio. Le emicranie oftalmiche sono causate da un ridotto afflusso di sangue o da spasmi dei vasi sanguigni nella retina o nella parte posteriore dell’occhio.

In caso di emicrania oftalmica, la visione nell’occhio colpito torna in genere normale entro un’ora. Le emicranie oftalmiche possono essere indolori o possono manifestarsi insieme (o in seguito) ad una cefalea emicranica.

Purtroppo, il termine "emicrania oftalmica" è spesso usato per descrivere una condizione molto più comune (e non pericolosa), chiamata emicrania con aura, caratterizzata da temporanei disturbi della vista che generalmente scompaiono entro 30 minuti.

A differenza delle emicranie oftalmiche, l’emicrania con aura di solito interessa entrambi gli occhi.

Osserviamo più da vicino l’emicrania oftalmica e l’emicrania con aura:

Sintomi dell’emicrania oftalmica e dell’emicrania con aura

I sintomi dell’emicrania oftalmica generalmente comprendono una piccola macchia cieca che disturba la visione centrale di un solo occhio. Questa macchia cieca diventa grande e rende impossibile guidare in sicurezza o leggere con l’occhio interessato.

In alcuni casi, potrebbe venire coinvolto l’intero campo visivo di un occhio. Generalmente, l’episodio dura meno di un’ora.

I sintomi dell’emicrania con aura possono variare e possono comprendere:

Expandable

Spesso l’emicrania visiva si manifesta all’improvviso, e chi ne soffre può avere la sensazione di guardare attraverso una finestra rotta. L’emicrania visiva con aura di solito si muove attraverso il campo visivo e scompare entro 30 minuti.

  1. Una macchia cieca intermittente al centro del campo visivo, o vicino al centro

  2. Un “anello” di luce colorata, ondulato o a zig-zag, che circonda una macchia cieca centrale

  3. Una macchia cieca che si sposta lentamente da una parte all’altra del campo visivo

I sintomi di un’aura emicranica interessano generalmente entrambi gli occhi e durano al massimo 30 minuti. Una cefalea emicranica può manifestarsi poco dopo che i sintomi di un’emicrania con aura sono scomparsi, ma potrebbe anche non manifestarsi.

Se notate una macchia cieca o altri disturbi visivi e non siete certi se si tratti di emicrania oftalmica o di aura emicranica, provate a coprire un occhio alla volta. Se il disturbo visivo riguarda un occhio solo, è probabile che si tratti di emicrania oftalmica. Se sono coinvolti entrambi gli occhi, probabilmente è un’emicrania con aura.

Tuttavia evitate di correre rischi. Se improvvisamente notate una macchia cieca nel campo visivo, chiamate o consultate immediatamente un ottico per capire se sia innocua o se possa segnalare qualcosa di più grave, come ad esempio un distacco della retina.

Quali sono le cause dell’emicrania oftalmica e dell’emicrania con aura?

Si ritiene che le emicranie oftalmiche abbiano le stesse cause della cefalea emicranica.

Le cefalee emicraniche hanno una base genetica, e alcuni studi mostrano che il 70% delle persone che ne soffrono hanno un’anamnesi familiare di cefalee emicraniche.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le cefalee emicraniche sembrano essere provocate dall’attivazione di un meccanismo nella parte profonda del cervello, che rilascia sostanze infiammatorie intorno ai nervi e ai vasi sanguigni del cervello e del cranio.

Studi di imaging hanno rivelato alterazioni nel flusso sanguigno al cervello durante l’emicrania oftalmica e l’emicrania con aura. Tuttavia, cosa provochi la comparsa e la spontanea scomparsa dell’emicrania oftalmica e dell’emicrania con aura rimane un mistero.

I "fattori scatenanti" più comuni che causano un attacco di emicrania (comprese l’emicrania oftalmica e l’emicrania con aura) includono alcuni alimenti come il formaggio stagionato, le bevande contenenti caffeina, il vino rosso, la carne affumicata e il cioccolato.

Anche gli additivi alimentari, come il glutammato monosodico e i dolcificanti artificiali possono causare emicrania in alcune persone.

Altri potenziali fattori scatenanti dell’emicrania includono il fumo di sigaretta,i profumi e altri odori forti, le luci abbaglianti o intermittenti, la mancanza di sonno e lo stress emotivo.

Cura e prevenzione

Come già notato, i disturbi visivi causati dall’emicrania oftalmica e dall’emicrania con aura di solito scompaiono entro massimo un’ora, senza necessità di trattamento.

Se mentre state guidando o svolgendo altre attività che richiedono una visione nitida avete un attacco di emicrania oftalmica o emicrania con aura, interrompete ciò che state facendo e rilassatevi finché la vista non torna alla normalità. (Se state guidando, parcheggiate al lato della strada e aspettate che i disturbi visivi scompaiano completamente).

Se manifestate disturbi visivi accompagnati da emicrania, consultate il medico di famiglia o un neurologo per valutare questi episodi emicranici.

Il medico potrà consigliarvi uno dei più recenti farmaci per trattare le emicranie, tra cui quelli per prevenire futuri attacchi.

Mantenere un diario della propria dieta e delle attività che precedono gli episodi di emicrania con aura o di emicrania oftalmica può inoltre essere un buon modo per identificare i possibili fattori scatenanti da evitare in futuro.

Se l’emicrania oftalmica o l’emicrania con aura sono legate allo stress, potreste riuscire ridurre la frequenza degli attacchi senza ricorrere all’assunzione di farmaci, semplicemente con questi accorgimenti:

  • Consumare regolarmente pasti salutari

  • Evitare i comuni fattori scatenanti dell’emicrania

  • Dormire a sufficienza

  • Provare attività che riducono lo stress, come yoga e massaggi

Find Eye Doctor

Fissa un esame

Trova un Ottici